progetto per Ivrea

Antonio PAPPACENA detto Antonello

Antonio PAPPACENA detto Antonello

Nato a Taranto il 01/01/1964, sono laureato in Architettura al Politecnico di Torino. Dopo un’esperienza presso lo Studio Agronomi Associati di Rivoli dove ho partecipato alla redazione dei progetti di alcuni parchi di Torino, ho approfondito la conoscenza delle tematiche legate alla progettazione di aree verdi tramite un Corso di Perfezionamento presso la Facoltà di Agraria di Torino e un Master di I° livello presso il Politecnico di Milano. Mi fermo a Milano dove collaboro per un anno presso lo Studio AG&P, quindi parto per la Maremma dove lavoro come paesaggista per sette anni. Nel 2010 nasce mio figlio Mattia, evento che mi riporta nel Canavese dove continuo a praticare la professione di paesaggista unitamente a quella di giardiniere.
Qualcuno ha affermato che la bellezza salverà il mondo e di questo, anche per il lavoro che ho la fortuna di fare, sono convinto. Conoscere Francesco e il gruppo di Viviamo Ivrea mi ha permesso di rafforzare questa convinzione in quanto ho immediatamente avvertito, nella loro determinazione e slancio, il voler vedere una Ivrea diversa. Una città che sia basata su politiche e progetti volti alla vivibilità e alla riappropriazione di spazi per l’uomo e per la comunità. Una città rivolta al futuro ma con un importante passato da cui trarre ispirazione. Utopie declinate con concretezza verso un cammino di fattibilità. Ci credo e per questo mi sono messo in gioco.

"Ognuno può suonare
senza timore e senza esitazione
la nostra campana.
Essa ha voce soltanto
per un mondo libero,
materialmente più fascinoso
e spiritualmente più elevato.
Suona soltanto per la parte
migliore di noi stessi,
vibra ogni qualvolta
è in gioco il diritto contro la violenza,
il debole contro il potente,
l’intelligenza contro la forza,
il coraggio contro la rassegnazione,
la povertà contro l’egoismo,
la saggezza e la sapienza
contro la fretta e l’improvvisazione, la verità contro l’errore,
l’amore contro l’indifferenza."
(Adriano Olivetti)
Altro in questa categoria: « Francesco COMOTTO
Torna in alto

candi wall