Muro contro muro

La politica dovrebbe essere, secondo il nostro modo di viverla e di interpretarla, un esercizio democratico finalizzato a ricercare il benessere della collettività. Ovviamente dietro questa sintetica semplificazione ci sono tutta una serie di elementi di primaria importanza: dall’ambiente al lavoro, dal sociale all’urbanistica, tanto per citarne alcuni, tutti necessari per il raggiungimento dello scopo sopra riportato. Va ricordato che la politica nasce per superare i metodi coercitivi, basati su meri rapporti di forza, che hanno accompagnato l’umanità per una lunga parte del suo cammino fino ad arrivare all’elaborazione di un insieme di regole condivise in grado di superare le visioni assolutiste e oppressive sulle quali era basata la vita delle persone. La differenza la fa la “condivisione” e cioè si comincia a ragionare in termini collettivi facendo emergere le scelte da dibattiti in grado di coinvolgere l’opinione pubblica. Ciò che dovrebbe differenziare i gruppi o i partiti politici gli uni dagli altri sono gli obiettivi a cui si vuole tendere e gli strumenti con i quali poterli raggiungere. I fini perseguiti e i mezzi utilizzati, se vogliamo dirlo in altro modo, visti nel loro insieme in fondo non sono null’altro che l’elemento base del buon governo e cioè le politiche pubbliche.

Leggi tutto...

Il triangolo

Nelle gare cinofile conta il pedigree, in certe Amministrazioni conta il PDgree. I bastardini se non riescono a farsene una ragione possono sempre tesserarsi. Come recita lo slogan della festa: "che storia, il futuro", ... che inciucio, il presente. Gli utenti commossi ringraziano.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS