CondiVi(d)iamoIvrea - Rivalta Sostenibile

CondiVi(d)iamoIvrea - Rivalta Sostenibile

"Ogni volta che andiamo a parlare da qualche parte, invitati da gente come noi, poi qualcosa succede! E così la scorsa settimana a Candiolo e Cumiana hanno vinto le elezioni due liste civiche." Questo l'esordio di Mauro Marinari mercoledì 28 maggio a Bellavista, che tutti abbiamo inteso come un favorevole auspicio anche per noi. Accompagnato dal Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Vigorita, il sindaco di Rivalta ha condiviso con i presenti il racconto della straordinaria esperienza di partecipazione alla vita amministrativa della loro città. Trasmettendo a tutti entusiasmo, motivazione e convinzione davvero unici.
La storia di Rivalta Sostenibile ha inizio nel 2001 con un impegno di cittadinanza attiva di un gruppo di rivaltesi, con la volontà di vivere meglio la propria città. L'idea iniziale è stata di attivare sin da subito proposte concrete che andassero al di là della lamentela nei confronti della politica. E così è nato il bicibus, poi iniziative collaterali per i bambini, la ciclofficina e altre a seguire. Sono in seguito iniziati gli incontri pubblici, con ospiti quali Travaglio, Lella Costa, Pallante che via via hanno attratto l'attenzione e la curiosità delle persone.
L'assenza di rappresentatività a livello politico ha fato sì che, dopo sei anni, nascesse "Verso una lista civica". Il coinvolgimento della cittadinanza si è fatto sentire, ed il gruppo è cresciuto notevolmente. Fondamentale è stato il giornalino stampato mensilmente e recapitato a 9000 famiglie della città. Interamente autofinanziato, distribuito da 24 "postini" che tutt'ora coprono ciascuno la propria zona.
Nel 2007 la lista ottenne il 19% e tre consiglieri.
Le iniziative sono proseguite su temi: gli stili di vita, la riduzione dei rifiuti e l'educazione all'ambiente. In cinque anni sono state presentate circa 50 mozioni, di cui il 50% approvate. Le interpellanze invece sono state ben 147. Sul giornalino si riferiva ai cittadini del comportamento della giunta e del consiglio comunale, punto per punto, al fine di coinvolgere ed informare capillarmente circa le decisioni prese, o mancate.
Nel 2012 Rivalta Sostenibile si è presentata alle amministrative con ben 4 liste, poiché il comitato si era ingrandito parecchio ed era difficile selezionare solo 20 candidati. Si è formata una lista per ciascun quartiere, per un totale di 80 candidati. Una presenza così capillare ed attenta ha contribuito ad esasperare le difficoltà di relazione fra i vari partiti di maggioranza (centro sinistra), non centrate sui contenuti. E così "siamo andati al ballottaggio con dieci punti in meno rispetto al PD, però... abbiamo vinto noi 51% a 49% ".
L'eredità lasciata in carico è stata, e tutt'ora è, decisamente pesante: vertenze sospese, cause in corso, promesse mai mantenute, un'organizzazione degli uffici interamente da rivedere. Ma con l'ascolto, la trasparenza dell'onestà individuale e di pensiero, poco alla volta tutto sta assumendo contorni diversi, a volte suscitando anche l'interesse, e lo stupore, di chi prima ha amministrato.
La serata è proseguita sino a tarda ora, fra domande, aneddoti e curiosità generosamente condivise dai due ospiti. Avevamo pubblicizzato la serata dicendo che ci sarebbe stato molto da imparare, e così è stato! Ci riconosciamo nel loro motto "lontani dai partiti, vicini ai cittadini" e se è vero che la politica, così come la vita, non è un copione da recitare uguale in ogni teatro, pensiamo che gli spunti per una grande "prima" eporediese ci siano stati tutti. Ora tocca riscrivere la sceneggiatura: facciamolo insieme.

 Articolo pubblicato su "Varieventuali" di mercoledì dì 4 giugno 2014

Torna in alto