progetto per Ivrea

Il Consiglio Comunale rinvia l'approvazione del Codice Etico per gli amministratori

In occasione del Consiglio Comunale di mercoledì 27 novembre 2013 la maggioranza ha respinto la proposta di Delibera presentata dai consiglieri Comotto, Blasotta e Tognoli che avrebbe impegnato l'amministrazione all'approvazione del Codice Etico per gli Amministratori denominato Carta di Pisa, promosso dall'associazione Avviso Pubblico a cui tra l'altro il Comune di Ivrea è associato. I voti contrari sono stati motivati da questioni formali, rimandando la discussione ad altra data e chiedendo in aggiunta di convocare l'estensore del testo perchè venga a spiegare la questione.

Tutto ciò suona a dir poco strano, dal momento che lo stesso sindaco, in campagna elettorale, aveva affermato addirittura di aver già aderito a tale Carta! Nel video seguente, al minuto 9:42, lo si può ascoltare direttamente dalla sua voce, durante l'incontro organizzato da Libera con i candidati sindaco nel maggio 2013. Ecco il video:

Quale sarà il motivo di questa retromarcia, anche solo temporanea? Cercando in rete si scopre che anche altre amministrazioni a maggioranza PD hanno mostrato remore alla sottoscrizione della Carta di Pisa, ma sempre senza addurre precise motivazioni di merito. Insomma, nessuno trova nulla da correggere, ma molti non la vogliono firmare!

Inoltre, se in campagna elettorale la Carta di Pisa sembrava essere un qualcosa di già assodato per il Consiglio Comunale, per quale motivo ora dovrebbe essere convocato l'estensore del documento? per spiegare ai consiglieri qualcosa a cui hanno già aderito in precedenza?

Clicca qui per il testo della nostra Proposta di Delibera

Clicca invece qui per leggere il testo della Carta di Pisa

Torna in alto

candi wall