progetto per Ivrea

Rimborsi SMAT: scadenze e normativa

La campagna informativa per permettere a tutti i cittadini aventi diritto di chiedere a SMAT il rimborso delle quote già versate in bolletta per la depurazione (non effettuata) delle acque, procede. Anche i mezzi di informazione hanno dato un certo risalto all'iniziativa, ma proprio su un articolo de La Sentinella del Canavese online (qui il link) viene riportata l'affermazione di SMAT circa l'assenza di termini di scadenza. La scadenza da noi indicata al 1 ottobre 2014, deriva dalla Delibera dell'ATO 3 n. 415 del 10/03/2011 in cui è riportata la seguente frase:

... 3) di stabilire che è necessaria una documentata istanza da parte dell'utente (specificazione del codice utenza accompagnato dall'indirizzo della fornitura) per ottenere la restituzione delle somme di cui al punto 2) precedente, e che il gestore, SMAT S.p.A., provveda alla restituzione di quanto dovuto in forma rateizzata e mediante compensazione entro il termine stabilito di cinque anni dalla data del 1° ottobre 2009, nei limiti degli stanziamenti annuali previsti dal Piano d'ambito vigente; ...

Anche altri documenti ufficiali parlano di un termine di prescrizione stabilito in 5 anni, per cui riteniamo di aver fornito una informazione corretta, a prescindere da quanto affermato da SMAT.

Per permettere comunque a chiunque di chiarirsi autonomamente le idee, abbiamo aggiunto una serie di allegati contenenti i riferimenti legislativi in materia. Ecco invece il link all'articolo dell'iniziativa, da cui è possibile scaricare il modulo da inviare per la richiesta: SMAT - riprendiamoci i nostri soldi.

Torna in alto

candi wall