progetto per Ivrea

Un Tempo per le Domande dei Cittadini

Un Tempo per le Domande dei Cittadini

Apprendiamo dagli organi di stampa che anche il consiglio comunale della Città di Torino ha approvato una delibera che consente a tutti i cittadini di età superiore ai 16 anni di portare le proprie Interpellanze all'attenzione della Giunta comunale, così come possono fare i consiglieri comunali. Le Interpellanze potranno essere fino a 4 in un anno solare e, se accolte dall'ufficio di Presidenza, verranno discusse in apertura di ogni consiglio comunale.
Similmente alla Città di Torino, che ha circa 900mila abitanti, si erano mosse nella direzione di una maggiore forma partecipativa dei cittadini altre amministrazioni in tutta Italia, grandi, medie e piccole: nella nostra provincia già Susa e Chiaverano, ma anche Brolo (5700 abitanti), Cattolica (17 mila abitanti), Oristano (159 mila), tanto per citare alcuni casi di rilievo.

Viviamo Ivrea presentò già nel lontano 2015 analoga richiesta di "Question Time del Cittadino" in consiglio comunale, ma come purtroppo sarebbe diventato prevedibile e senza motivazioni valide sufficienti, se non una volontà pervicace e pregiudizievole di non confrontarsi con le istanze delle forze di minoranza, la proposta fu bocciata dalla maggioranza che ci regge e governa.

Pubblichiamo pertanto nuovamente la nostra proposta di allora e alcuni link alle notizie citate che riguardano amministrazioni più virtuose, inclusive e ... trasparenti.

Link alla mozione di Viviamo Ivrea

http://www.ansa.it/…/torino-cittadini-faranno-interpellanze…

http://www.riminitoday.it/…/il-consiglio-comunale-di-cattol…

http://www.strettoweb.com/…/brolo-presentato-il-reg…/560494/

https://sardegnareporter.it/…/oristano-passa-question-time…/

Torna in alto

candi wall