progetto per Ivrea

Luccius in fabula 1200

Indagine

Il PD in questo momento è un partito liquido e pieno di correnti.
Se non fosse per il clima rovente sarebbe il preferito dai salmoni.

Dopo lo smacco del 1° Consiglio, quando è saltata l'elezione del Presidente, a causa di un franco tiratore interno alla maggioranza, i funzionari locali hanno voluto vederci chiaro e hanno avviato un'indagine per individuare il responsabile (uomo o donna che sia).

Per assicurare metodi investigativi efficaci, i supporter di tutte le fazioni renziani (Renzi), letterati (Letta), bersagliati (Bersani), ecc. hanno convenuto che l'indagine fosse conferita alla corrente staliniana del partito.

Sono stati incaricati la Dr.ssa Katiuscia Lassativa, conturbante anatomopatologa romagnola, (con polizza Unipol e conto al Monte dei Paschi) e Peppone degli Urali, per anni capo cuoco al Festival dell'Unità, uno che, ricevuto un quarto di bue, in dieci minuti è capace di renderlo diviso in costine e tagli pregiati, il tutto operando solo a mani nude.

Gli incaricati, si sono sorpresi per la bassa soglia di sopportazione del dolore, manifestata dai membri della maggioranza in carica.
In sede di interrogatorio è bastato negare qualche ghiacciolo, o prospettare banalità tipo: l'attraversamento est/ovest del Movicentro; una passeggiata bendati lungo i dissestati marciapiedi comunali; l'attraversamento invernale della Passerella, per ottenere ugole con doti di canto tali da insidiare il Coro Alpino Baiolese.

A conclusione dei lavori, la Commissione esclude che il franco tiratore sia interno al partito, mentre, guardando all'esterno, tenderebbe ad esonerare anche Ivrea + Bella.

Il Consigliere di questa formazione, si è presentato volontariamente nella sede degli alleati e, tenendo una gallina sotto al braccio, ha detto agli esterrefatti inquirenti: sono qui per una deposizione spontanea e il pennuto, che depone quotidianamente, in caso di bisogno, mi è più utile di un legale.

Ha mostrato i dettati fatti nei giorni antecedenti la votazione (con l'ausilio di un noto scrittore strambinese). I risultati, anche se non particolarmente brillanti, mostrano la capacità di imprimere con disinvoltura termini come Balluro, Ballorio, Ballo a Rio che, pur con qualche imprecisione, in sede di scrutinio avrebbero denotano inequivocabilmente la volontà di eleggere la candidata designata. A fronte di quanto sopra pare ragionevole escludere che, di propria iniziativa, abbia congegnato il pasticciaccio.

A questo punto sono rimasti moderati sospetti (non certezze), su chi possa essere l'autore dell'imboscata.

Il "Consigliere dei 2.000", che non è una versione Appenninica di Rheinold Messner, ma colui che ha fatto gettare al vento approssimativamente 2.000 € dalle casse comunali, rendendo necessario il Consiglio successivo, servito solo ad eleggere il Presidente.

Altro in questa categoria: C'è Ancora Molto da Fare »
Torna in alto

candi wall