Luccius in fabula 1200

IMMINENTE SCADENZA DEL CERTIFICATO DI COLLAUDO AMMINISTRATIVO PROVVISORIO DELLA PASSERELLA CICLOPEDONABILE

Particolare attenzione immediata dovrà essere posta allo stato di conservazione del materiale utilizzato per il manto di calpestio della passerella e della presenza, malgrado i precedenti interventi, di ulteriori tavole non fissate all’impalcato addivenendo anche ad una univoca valutazione e classificazione rispetto alle contraddizioni emergenti tra le scelte progettuali e quelle espresse dall’Ufficio Tecnico di Ivrea. Altro aspetto rilevante sarà la verifica dell’idoneità dell’impianto dell’ascensore che ha persino costretto l’Assessore al Bilancio a ordinare il fermo impianto. Sia, conseguentemente all’esito del sopralluogo, invitato il Responsabile del Procedimento a provvedere nel denunciare, entro i termini di legge, il vizio o il difetto all’Impresa esecutrice, al fine di evitare ripercussioni economiche negative per l’Amministrazione. 
Leggi tutto...

L'(in)certezza del diritto

La pausa estiva, dal punto di vista dell’attività amministrativa, può tornare utile per andare a riguardare alcuni passaggi che, nella frenesia delle attività quotidiane, sono rimaste nell’ombra senza mettere la parola fine a questioni che, in tal modo, sono rimaste irrisolte. Una di queste è certamente la caotica e incompiuta situazione dell’area ex Montefibre all’interno della quale si trova anche la guardiania del Tribunale ad oggi abusiva, ma utilizzata senza problemi fin dall’apertura del nuovo Palazzo di giustizia ed è di questo che parleremo seppur in estrema sintesi. Sul tema, oltre diverse segnalazioni verbali e interventi in Consiglio Comunale, ci sono agli atti ben due interrogazioni che portano la data del 23 aprile 2015, la prima, e del 21 settembre dello stesso anno la seconda. Nonostante la doppia interrogazione le risposte arrivate non hanno certamente chiarito i dubbi ed in alcuni casi li hanno piuttosto aumentati.

Leggi tutto...

Parcheggio Pubblico Complementare al Nuovo Tribunale

Si chiede: se il Tribunale dispone del certificato di agibilità. In caso affermativo, a partire da quale data e come sia stato possibile il rilascio del documento senza l'avvenuto collaudo del parcheggio; se, a fronte dei disguidi derivanti in questi mesi per la mancanza del parcheggio, sono contemplate penali a carico del soggetto attuatore e/o riduzioni del canone di locazione; qual è la tempistica prevista per il collaudo dell'opera.

Leggi tutto...

RICHIESTA DI ULTERIORI CHIARIMENTI IN MERITO A TERRENO EDIFICABILE, DI PROPRIETÀ COMUNALE, RICADENTE IN AREA PP3 CONSEGUENTE A PRECEDENTE INTERROGAZIONE DEL 27 APRILE 2015

Si chiede: 1. se la cessione gratuita di 5.162 mq di terreno edificabile è stata esplicitamente autorizzata del Consiglio Comunale e con quale Delibera; 2. in sub-ordine quale altro organo dell'Amministrazione Comunale ha approvato la cessione; con quale documento e se, in base alle norme all'epoca vigenti, tale organo avesse titolo per cedere un bene immobile a patrimonio dell'Ente e acquistato a titolo oneroso; 3. come mai si è optato per la cessione gratuita di un'area di tale rilevanza, anziché valorizzarla adeguatamente con un'asta pubblica

 

Leggi tutto...

Richiesta di chiarimenti in merito a terreno edificabile, di proprietà comunale, ricadente in area PP3

Il tribunale poteva essere costruito su terreni del Comune? Si potevano risparmiare 800.000 euro all'anno di affitto, che invece andranno a finire nelle tasche di una società privata? Questa la sostanza dell'interrogazione presentata dai Consiglieri Comotto e Tognoli all'amministrazione, che dovrà rispondere in forma scrita entro un mese. Si chiedono chiarimenti in merito ad un terreno edificabile che, a meno di variazioni al momento a noi non conosciute, avrebbe potuto essere utilizzato per la costruzione ex-novo del tribunale. Pur essendo una superficie pari al 70% di quella oggi locata, si sarebbero potute trovare soluzioni decisamente meno onerose nel tempo, considerato l'affitto annuale di circa 800.000 € più i notevoli costi di adeguamento, che verranno rimborsati nell'arco di sei anni alla suddetta società.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS