banner speciale sito

progetto per Ivrea

Questione di volontà

La settimana scorsa abbiamo parlato di quello che reputiamo il grande inganno della presunta complessità della politica e dell’amministrazione pubblica. Complessità che tende ad allontanare i cittadini dalle stanze dei bottoni mentre servirebbe l’esatto opposto e cioè una partecipazione diffusa in grado di dare vita a politiche “dal basso” tramite quello che in termini tecnici viene definito un approccio “bottom-up”. Questo approccio, che prevede un processo decisionale che parte proprio dalla base e cioè dai cittadini, è radicalmente opposto a quello al quale assistiamo oggi in quasi tutti i livelli della politica italiana che, sempre in termini specialistici, viene definito “top-down” e cioè calato dall’alto. Facciamo questa premessa perché sabato 17 febbraio presso la sala S.Marta ad Ivrea si è svolto, organizzato dall’Osservatorio Migranti, un interessante incontro dal titolo: “Migranti problema o risorsa?” Questo incontro è servito per fare il punto della situazione locale sul tema dei rifugiati richiedenti asilo, ma anche per conoscere alcune “buone pratiche” che potrebbero essere messe in atto facilmente anche da noi.

Leggi tutto...

OdG Decreto Minniti (bozza)

Il Consiglio Comunale
Chiede al Governo e al Parlamento di ritirare i due decreti citati in narrativa e altresì di rafforzare la collaborazione con i Comuni per l’incremento dell’accoglienza diffusa, l’incremento dei fondi per le politiche sociali – a partire dal Fondo Sociale Nazionale - e d‘inclusione (compresi fondi per ottimizzare i controlli finalizzati ad un accoglienza rispettosa dei diritti degli accolti) e di riduzione della marginalità sociale
Impegna il Sindaco e la Giunta
1. Comunque a non ricorrere agli strumenti previsti dai suddetti decreti e anzi – in auto tutela, per le motivazioni sopra esposte – a sollevare, anche in via incidentale nelle sedi opportune, quesito di legittimità costituzionale dei medesimi decreti.
2. Ad agire in tutte le sedi possibili e deputate per opporsi all’applicazione dei provvedimenti previsti nei decreti suddetti – anche parzialmente – qualora istituzioni della Repubblica sovra ordinate al Comune ne imponessero l’applicazione.
Leggi tutto...

Giardino dei Migranti

  • Pubblicato in Mozioni

Mozione che impegna il Sindaco e la Giunta a individuare un luogo simbolico adatto per la creazione di un "giardino (o roseto) dei migranti e dei rifugiati" in ricordo di tutte le vittime dell'immigrazione. L'Amministrazione dovrà, inoltre, promuovere, presso tutte le scuole dell'infanzia/elementari e medie del territorio comunale, una iniziativa che preveda la messa a dimora, con l'aiuto dei partecipanti, di alcuni alberi e arbusti di rose in concomitanza con la Giornata nazionale in memoria istituita a seguito della strage di Lampedusa avvenuta nel 2013 nella quale ci furono 366 morti e 20 dispersi.
L'iniziativa di far nascere un giardino dei migranti e dei rifugiati non è quindi solo un atto simbolico ma dovrà essere accompagnata da percorsi atti a sensibilizzare e informare i ragazzi delle scuole e la popolazione su questo tema, affinché non si lasci cadere nell'oblio le tante, troppe stragi di innocenti alle quali ci stiamo cinicamente abituando nonostante ci si trovi di fronte a numeri da apocalisse. Il giardino potrebbe divenire luogo di memoria e di confronto tra la nostra storia di emigranti e i nuovi popoli che attraversano il Mediterraneo inseguendo la speranza di un futuro migliore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

candi wall