Adesione alla Carta di Pisa - Testo Integrato

25 novembre 2013: la maggioranza chiede di procrastinare l'adesione alla Carta di Pisa per approfondire i contenuti del codice proponendo di convocare ad Ivrea uno degli estensori del testo originario;

13 febbraio 2014: su invito dell'associazione Libera Ivrea, uno degli estensori della Carta di Pisa, il prof. Vannucci, ha dato vita a due incontri dei quali: uno pomeridiano, rivolto soprattutto ai dipendenti, ed uno serale rivolto principalmente agli amministratori;

alla Conferenza dei Capigruppo del 10 marzo 2014 gli stessi consiglieri proponenti (Comotto, Tognoli e Blasotta) hanno presentato una mozione con la quale richiedevano nuovamente al Consiglio Comunale, in seguito agli approfondimenti effettuati, di approvare la carta di Pisa;

la Giunta Comunale, in data 13 marzo 2014 con delibera n°37, ha approvato una versione modificata del testo precedentemente proposto portandolo come testo "emendato" al Consiglio Comunale del 19 marzo 2014 senza che i Consiglieri comunali ne avessero potuto conoscere i contenuti. La delibera di Giunta è stata infatti pubblicata lo stesso giorno del Consiglio Comunale;

22 dicembre 2014: i Consiglieri Comunali Comotto e Tognoli impegnano a sottoscrivere, già durante la presente seduta, il testo della Carta di Pisa integrato con alcune delle modifiche (evidenziate nel testo) apportate dalla Giunta, dopo averle condivise con gli estensori del testo originario, estendendone altresì la sottoscrizione a tutte le persone che rivestono o rivestiranno incarichi pubblici per la Città di Ivrea comprese quelle nominate all'interno di commissioni, fondazioni, enti partecipati o pubblici in genere anche se non elette.

Loading...

 

 

 

Torna in alto