banner speciale sito

progetto per Ivrea

Avviso Pubblico

  • Pubblicato in Link

Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, è un'Associazione nata nel 1996 con l'intento di collegare ed organizzare gli Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati. Attualmente Avviso Pubblico conta più di 240 soci tra Comuni, Province, Regioni.

Leggi tutto...

Carta di Pisa, ecco come sono andate le cose

  • Pubblicato in News

In altra news abbiamo già dato notizia della mancata adesione alla Carta di Pisa (codice etico per gli amministratori) da parte del Comune di Ivrea. Può essere interessante capire anche come si sono svolte le cose in Consiglio Comunale. Ecco perciò una breve cronaca sulla base del racconto di Francesco Comotto e dei rappresentanti di Viviamo Ivrea presenti in sala.

Precedentemente alla proposta di delibera sulla Carta di Pisa era all'Ordine del Giorno la votazione sulle "Indicazioni per la nomina dei rappresentanti comunali presso enti, aziende ed istituzioni". In tale contesto Comotto ha proposto di aggiungere tra le cause di incompatibilità ed esclusione, dopo la quinta, una sesta causa, ripresa in parte dal codice etico "Carta di Pisa" dal seguente tenore:

6) non avere rapporti di coniugio, parentela e affinità entro il quarto grado, ovvero di convivenza o di frequentazione assimilabili, di fatto, ai rapporti di coniugio, parentela o affinità, con il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri Comunali.

Leggi tutto...

Il Consiglio Comunale rinvia l'approvazione del Codice Etico per gli amministratori

  • Pubblicato in News

In occasione del Consiglio Comunale di mercoledì 27 novembre 2013 la maggioranza ha respinto la proposta di Delibera presentata dai consiglieri Comotto, Blasotta e Tognoli che avrebbe impegnato l'amministrazione all'approvazione del Codice Etico per gli Amministratori denominato Carta di Pisa, promosso dall'associazione Avviso Pubblico a cui tra l'altro il Comune di Ivrea è associato. I voti contrari sono stati motivati da questioni formali, rimandando la discussione ad altra data e chiedendo in aggiunta di convocare l'estensore del testo perchè venga a spiegare la questione.

Tutto ciò suona a dir poco strano, dal momento che lo stesso sindaco, in campagna elettorale, aveva affermato addirittura di aver già aderito a tale Carta!

Leggi tutto...

Adesione al Manifesto dei Sindaci a contrasto del gioco d'azzardo

Uno dei punti della Piattaforma L4 di Libera era proprio quello del contrasto al gioco d'azzardo. Riguardo questo spinoso tema è stata inizialmente presentata una proposta di delibera da parte di Viviamo Ivrea, Lista dei cittadini e M5S, poi confluita in una mozione unitaria dell'intero Consiglio Comunale che ha voluto fare propria questa importante iniziativa. Nel nostro intervento in aula abbiamo rimarcato come, su alcuni temi di rilevanza generale, il Consiglio Comunale possa lavorare unito indipendentemente dai gruppi politici di provenienza.

Leggi tutto...

Rispetto Piattaforma L4 di LIBERA Ivrea

  • Pubblicato in Mozioni

Questa mozione, presentata da Viviamo Ivrea, Lista dei cittadini e M5S prendeva spunto dall'impegno preso di fronte alla cittadinanza, da parte dei candidati sindaci, durante la campagna elettorale, il 14 maggio, alla fine di un incontro sulla legalità organizzato dall'associazione Libera di Ivrea. La mozione è stata approvata all'unanimità peccato che subito dopo, la Carta di Pisa, che abbiamo inserito all'ordine del giorno, non sia stata approvata. Come dire tutto e il contrario di tutto ...

Leggi tutto...

Cinque Documenti da discutere nel Consiglio Comunale del 25 Novembre

  • Pubblicato in News

Sono cinque i documenti (tre mozioni e due proposte di delibera) che il gruppo "Viviamo Ivrea", attraverso il Consigliere comunale Francesco Comotto, proporrà nel corso della seduta consigliare convocata per lunedì 25 novembre. «Si tratta di temi diversi, tutti legati a due dei presupposti sui quali si è basata la nostra decisione di partecipare alle elezioni: legalità e attenzione ai problemi del territorio»

Leggi tutto...

Il Blog di Pino Masciari

  • Pubblicato in Link

Giuseppe Masciari è un imprenditore edile calabrese, nato a Catanzaro nel 1959, è stato sottoposto a programma speciale di protezione dal 18 ottobre 1997, insieme a sua moglie (medico odontoiatra) e ai loro due bambini.Dal 2010, fuoriuscito dal Programma Speciale di Protezione, vive sotto scorta. Pino ha denunciato la 'ndrangheta e le sue collusioni con il mondo della politica.
La criminalità organizzata ha distrutto le sue imprese di costruzioni edili, bloccandone le attività sia nelle opere pubbliche che nel settore privato, rallentando le pratiche nella pubblica amministrazione dove essa è infiltrata, intralciando i rapporti con le banche con cui operava. Non ha accettato le pressioni mafiose dei politici e del racket della 'ndrangheta.

Leggi tutto...

Ammazzateci Tutti

  • Pubblicato in Link

"Ammazzateci tutti" è il nome del movimento anti-'ndrangheta sorto su iniziativa spontanea dei giovani a Locri (RC) negli ultimi mesi del 2005, ossia all'indomani dell'omicidio del vicepresidente del consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno. Inizialmente composto da soli ragazzi (per lo più studenti liceali ed universitari), il Movimento nei mesi successivi alla sua nascita ha incontrato il sostegno fattivo anche degli adulti, e nello specifico dei familiari vittime di 'ndrangheta.

Leggi tutto...

Libera

  • Pubblicato in Link

"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane. Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: è l'unica organizzazione italiana di "community empowerment" che figuri in questa lista, la prima dedicata all'universo del no-profit.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

candi wall